Come si diventa Soccorritore?
Frequentando innanzi tutto il nostro corso di Primo Soccorso alla popolazione e, una volta superato l’esame finale, proseguendo con il corso avanzato tenuto dal nostro team di formatori, concludendo il tirocinio al fianco dei nostri volontari più esperti. Ogni anno inoltre organizziamo appositi corsi di aggiornamento e implementazione delle competenze per essere sempre preparati e in linea con i più recenti protocolli sanitari.

Chi sono i nostri Volontari ?
Sono persone comuni proprio come te! Sono lavoratori autonomi o dipendenti, studenti universitari o pensionati, padri, madri, nonni, figli, vicini di casa. Sono persone che hanno deciso di mettere a disposizione parte del proprio tempo libero, durante la settimana o nei weekend, per rendersi utili e aiutare chi ha più bisogno, compatibilmente con le proprie esigenze personali e familiari. Ogni singolo minuto del tempo messo a disposizione è per noi e per i nostri assistiti davvero prezioso !

Quali sono i ruoli previsti all’ interno dell’ associazione?
Tutti i nostri Soci hanno un ruolo ATTIVO, pertanto in base alle proprie caratteristiche personali e al proprio tempo libero si può prestare aiuto come Soccorritore in ambulanza per i trasporti settimanali e/o per i servizi di assistenza alle manifestazioni durante i weekend.

Quali caratteristiche personali e attitudini deve possedere un Aspirante Volontario ?

Inoltre determinate attitudini personali sono indispensabili per svolgere al meglio il proprio ruolo di Soccorritore:
  • Gentilezza, per instaurare un clima di fiducia e mettere a proprio agio il paziente;
  • Empatia, ovvero essere predisposti a mettersi nei panni del paziente , per gestire in modo corretto e adeguato ogni tipo di situazione;
  • Attitudine al lavoro di squadra, per poter agire più rapidamente e con maggiore sicurezza in ogni tipo di situazione;
  • Flessibilità,  ovvero la capacità di sapersi adattare anche alle situazioni più insolite;
  • Cura personale:  essere sempre attenti nel presentarsi in ordine durante lo svolgimento delle proprie mansioni; prestare la giusta attenzione nel modo di porsi e di comunicare con i pazienti, i parenti e gli astanti, evitando di affrontare argomenti inappropriati o che violano la riservatezza dei presenti;

.